Bando Agricoltura – La schermata del Click Day

Il Click Day del Bando INAIL Agricoltura 2019-2020 si è svolto lo scorso 28 gennaio, dopo molti rinvii e cambi di data da parte di INAIL.

Inoltre è avvenuto un cambio sostanziale nella svolgimento del Click Day: sono state introdotte delle nuove regole tecniche, per garantire che l’inoltro della domanda venisse fatto da un’unica persona.

Con tutti questi cambiamenti, per le aziende è stato più complicato del solito affrontare questo Bando e il Click Day.

Com’è stata la schermata ideata da INAIL per confermare l’invio della domanda?

Lo vediamo in questo articolo.

La registrazione

Nei giorni precedenti al Click Day, seguendo le regole tecniche, ogni azienda ha dovuto registrare sul portale INAIL una persona per l’invio della domanda, ovvero un cliccatore.

Il cliccatore registrato è stato l’unico che, il giorno del Click Day, ha potuto effettivamente fare l’invio della domanda.

La prima fase del Click Day, quindi, è stata proprio l’accesso alla pagina INAIL dedicata, con le credenziali scelte in fase di registrazione dal cliccatore.

A seguire, a partire dalle ore 15, c’è stata un’ora di attesa prima del momento X, ovvero il vero e proprio momento di inizio per l’invio della domanda.

La prima schermata

La prima schermata ha richiesto l’inserimento di diversi dati e con diverse modalità.

  1. Un menù a tendina da cui selezionare il bando di partecipazione
  2. Un campo dove inserire le ultime 6 cifre del codice identificativo assegnato
  3. Un campo in cui scrivere la data del Click Day con il formato GG/MM/AAAA
  4. Un menù a tendina da cui selezionare la data del Momento 3 indicata nelle regole tecniche
  5. Una casella di controllo da spuntare per dichiarare la presa visione delle regole tecniche
  6. Una casella di controllo per confermare di non essere un robot

Tramite il pulsante Continua si andava alla seconda schermata.

La seconda schermata

La seconda schermata ha previsto un’ulteriore casella di controllo, da spuntare, per dare conferma dei dati inseriti in precedenza.

Qui INAIL ha fatto presente che eventuali irregolarità avrebbero comportato ulteriori indagini da parte di INAIL e, se confermate, l’esclusione dagli elenchi cronologici e anche la denuncia alle autorità.

Una volta spuntata la casella e premuto il pulsante Conferma è apparsa la convalida definitiva con il tempo impiegato e il codice di registrazione.


Conclusioni

Questo Click Day è stato profondamente diverso da quello degli altri anni.

Al posto del solo codice identificativo da copiare e incollare, le schermate da affrontare si sono rivelate impegnative.
Di conseguenza, i tempi di invio della domanda sono stati molto diversi da quelli delle scorse edizioni e non sono confrontabili.

La differenza tra un tempo veloce e uno lento è stata determinata dal sangue freddo, dalla coordinazione mano-occhio e dall’allenamento della persona che ha cliccato.

Non resta che attendere gli elenchi cronologici INAIL per determinare la soglia dei tempi vincenti e di chi, purtroppo, è stato troppo lento e sarà escluso dai contributi a fondo perduto.